CREPE (CRESPO)

Nome generico dei tessuti di vario tipo, peso e origine, dal caratteristico aspetto granuloso, increspato, ondulato e comunque mosso; che può essere ottenuto anche per effetto di armatura, ma più spesso per effetto dei filati omonimi, che grazie alla torsione forzata molto alta creano queste increspature. Ne esistono numerosissime varianti, di aspetto anche molto dissimile, in genere si tratta di tessuti più leggeri, resistenti alla gualcitura perchè nervosi e scattanti. Nato nel campo serica il crespo viene realizzato oggi in tutte le fibre, per confezioni estive - specialmente femminili - e da sera. Più note varianti: Crèpe-de-Chine (pron. crep-dscin) più compatto e pesante, ben drappeggiabile, ...

...bile, ottenuto con l'impiego di trame a torsione alternata, spesso stampato. Crèpe georgette (pron. crep sjors'jet) leggero, trasparente, arioso, a grana finissima, leggermente ondulato, solitamente unito. Crèpe satin (pron. crepsatèn) morbida, rasata, lucido. Crèpe marocain (marocchino) Il più pesante di tutti, con filato di trama più grosso dell'ordito che crea un effetto di costine ondulate.






***************

IL COTONE -dalla piantagione al tessuto- di Massimo Moretti
DOWNLOAD Glossario Tessile

Questa Definizione è stata vista n° 143 Volte


Cerca ancora




 

 

 

 

 

 

Utenti connessi: 122 | Sei il visitatore n° 3802
© Copyright -All Reserved. | Email |