PIZZO

voce forse di derivazione germanica, non usata prima della fine del secolo XVI.Prodotto decorativo che trae la sua origine dal tessuto a rete, che comporta delle superfici opache e trasparenti. Può essere fatto a mano o a macchina. Viene realizzata con varie tecniche: traforo artigianale, meccanico, maglia gettata, maglia rasata.Pizzo a bande - Strisce di pizzo in varie altezze.Pizzo a medaglione - Prodotto strutturato a motivi singoli come elementi ornamentali.Pizzo all over - E' così denominato quando il motivo si estende su tutta l'altezza del tessuto.Pizzo a fuselli meccanici - Sviluppo industriale della lavorazione manuale del "pizzo" o merletto a tombolo.Pizzo Chantilly - Prodotto originario ...

...o originario dalla regione francese, da cui prende il nome. Si tratta di un pizzo di alta qualità, costruito con l'impiego di filati fini e lucidi. I motivi sono generalmente floreali, lavorati su strutture molto leggere.Pizzo Raschel - Lavorazione a telaio da cui prende il nome dal suo inventore. I pizzi ottenuti con queste macchine sono di varie fogge. Commercialmente sono i pizzi più economici. Pizzo Valenciennes - Valenciennes. I motivi realizzati sono molto complessi e di particolare pregio. Le produzioni originarie erano fatte con filati di lino molto fini. Sinonimo di merletto, anche se è da proporre di utilizzare questo termine solo per i lavori fatti a mano.






***************

IL COTONE -dalla piantagione al tessuto- di Massimo Moretti
DOWNLOAD Glossario Tessile

Questa Definizione è stata vista n° 97 Volte


Cerca ancora




 

 

 

 

 

 

Utenti connessi: 786 | Sei il visitatore n° 8232
© Copyright -All Reserved. | Email |