TUTA

riduzione ed adattamento della locuzione francese tout-de-même, "allo stesso modo", ossia "fatto tutto della stessa (stoffa), coordinato".1. Abito in un solo pezzo formato da pantalone e blusa (maniche), con tasche ed apertura sul davanti a cerniera o bottoni, può avere maniche lunghe o corte; il taglio è piuttosto comodo e abbondante e la lunga chiusura che va dall'inguine al collo facilita i movimenti. 1a. Nata come indumento maschile da lavoro per la sua possibilità di indossarlo anche sopra altri indumenti, è indossata generalmente dagli operai sopra gli abiti normali per evitare di sporcarli durante il lavoro o per preservarli da particolari condizioni ambientali, ed on tal caso è realizzato ...

... in cotone pesante o denim. 1b. E' usata anche come indumento da esercitazione o da combattimento adottato dai soldati (anche in tessuto mimetico). 1c. Nella versione in tessuto impermeabilizzato e imbottito viene indossata sulla neve per gli sport invernali.1d. E stata più volte reinventata dagli stilisti, assumendo così connotazioni diverse, dall'immagine sportiva sino a quella elegante da sera. STORIA - Indumento ideato nel 1919-20 dal poliedrico Thayaht (pseudonimo di Ernesto Henry Michahelles), futurista e fascista di sicura fede. Grande pittore e scultore, studioso di esoterismo, al quale, secondo alcuni, si deve attribuire anche la coniazione del neologismo, che riprodurrebbe, schematizzato, il modello dell'indumento mediante una grande "T" sovrapposta a una "U" ad angoli retti, col taglio divaricante dei calzoni che rappresenterebbe una "A". TUTA, nell'intenzione di Thayaht, valeva per TUTTA "Un indumento che veste tutta la persona con utilizzo di tutta la stoffa". Quanto alla "t" perduta, ci informa il Dizionario Etimologico della Zanichelli, essa viene sostituita con il modello a "T" della "tuta". Dunque, un gioco grafico, di invenzione e di visione, in perfetta linea con il tumulto di "immagini" scatenato dal Futurismo. RIF. LETTERARIO - Per metonimia si chiamano "Tute blu" gli operai, perché specialmente nelle grandi fabbriche indossano tute di colore blu, adatte a lasciare grande libertà di movimento. Si chiamano anche "colletti blu" (blue-collar workers) in contrasto con "colletti bianchi".






***************

IL COTONE -dalla piantagione al tessuto- di Massimo Moretti
DOWNLOAD Glossario Tessile

Questa Definizione è stata vista n° 97 Volte


Cerca ancora




 

 

 

 

 

 

Utenti connessi: 247 | Sei il visitatore n° 5953
© Copyright -All Reserved. | Email |