NAYLON

' una fibra poliammidica ottenuta dal Sale 6.6, sostanza granulosa bianca che si ottiene partendo dal carbon fossile. La lavorazione del Nailon inizia con la polimerizzazione del sale 6.6, mediante trattamento prolungato in autoclave (caldaia a chiusura ermetica) a bassa pressione, in atmosfera di azoto e ad alta temperatura. In tali condizioni i monomeri di sale 6.6 si saldano tra loro formando grandi molecole (macromolecole) costituenti il polimero. Questo viene scaricato sotto forma di un grosso nastro continuo, che dopo raffreddamento in acqua viene frantumato per essere ridotto in piccolissimi grani. Il polimero granulare viene quindi fuso a 280°, in autoclave, e fatto passare sotto ...

...pressione attraverso le filiere, dalle quali esce sotto forma di sottilissime bave, che vengono consolidate per raffreddamento in acqua. Prima dell'avvolgimento, il filato subisce un notevole stiro (300-400%) e una torsione. Le fibre di Nailon, che come per il raion possono essere lucide od opache, al microscopio si presentano come cilindri lisci, leggermente appiattiti; le opacizzate sono punteggiate. In sezione appaiono tondeggianti. Il nailon presenta notevole resistenza alla trazione e all'uso, e viene impiegato per confezionare calze, abiti leggeri, biancheria, cravatte, fodere, maglie, cucirini, merletti, reti da pesca, funi, cinghie, carcasse per pneumatici, impermeabili, paracadute. ecc. Viene pure molto usato in mista con lana o con cotone per calze, coperte, tessuti d'arredamento, camicie, ecc.






***************

IL COTONE -dalla piantagione al tessuto- di Massimo Moretti
DOWNLOAD Glossario Tessile

Questa Definizione è stata vista n° 95 Volte


Cerca ancora




 

 

 

 

 

 

Utenti connessi: 928 | Sei il visitatore n° 2862
© Copyright -All Reserved. | Email |