TRATTAMENTI MIGLIORATIVI

 


 


MERCERIZZAZIONE DEL COTONE - E' trattamento praticato in particolare su matasse, ma anche su tessuto; il nome deriva da John Mercer, chimico inglese di stamperia, che lo sperimentò nel 1844.


I filati di cotone, normalmente ritorti, per azione della soda caustica in bagno freddo, subiscono un notevole restringimento; se lo si impedisce, oppure si riporta il filato alla primitiva lunghezza, il filato acquisisce una lucentezza simile a quella della seta e maggiore morbidezza.

Il cotone mercerizzato supera in resistenza il cotone non trattato di circa il 35% e si tinge in modo più intenso.

I filati di cotone mercerizzato trovano impiego in tessuti per camiceria fine, fili cucirini e da ricamo, calze, maglie.

GARZATURA - E' operazione normalmente praticata su tessuti, ma anche su filati, per ottenere articoli pelosi, particolarmente coibenti, adatti per usi in stagioni fredde, come ad esempio le flanelle in cotone.
 


La garzatrice tessuti è dotata di cilindretti guarniti con nastro a punte metalliche adeguatamente angolate, che estraggono dalla trama del tessuto le estremità delle fibre.

IMPERMEABILIZZAZIONE ED IDROFOBIZZAZIONE -Sono trattamenti che impediscono o diminuiscono fortemente la possibilità di penetrazione dell'acqua nel tessuto; si utilizzano tessuti molto battuti e resistenti.

La IDROFOBIZZAZIONE,
che permette un certo passaggio di aria, viene generalmente eseguita con emulsioni di paraffina e sali di alluminio o con prodotti siliconici; i trattamenti devono essere resistenti ai solventi per lavaggio a secco. Se è necessaria una completa tenuta dell'acqua, dopo la idrofobizzazione si pratica la IMPERMEABILIZZAZIONE mediante applicazione di un sottile strato continuo di una sostanza elastica, ben aderente ai fili ed insolubile.

OLEOREPELLENZA ED ANTIMACCHIA - Sono trattamenti normalmente applicati dopo la idrofobizzazione, mediante fissaggio sui tessuti di composti fluorurati già sciolti in solvente, che hanno azione repellente per olio ed acqua.

SANFORIZZAZIONE - E' un trattamento che deve garantire la stabilità dimensionale dei tessuti; il tessuto di fibre cellulosiche viene sottoposto ad un certo rientro forzato mediante umidificazione a vapore e passaggio su tamburo caldo, che rende uniforme l'umidificazione.



ANTIFIAMMA - L'azione fondamentale di un prodotto ignifugante consiste nell'impedire la formazione di sostanze catramose molto infiammabili; un buon prodotto ignifugante non deve alterare l'aspetto e la Unta del tessuto.

TRATTAMENTI EASY CARE, WASH and WEAR, NO IRON - Sono trattamenti praticati su tessuti di lana e cotone, su filati in lana, con lo scopo di alleggerire le operazioni di “manutenzione”, permettendo l'utilizzo di lavatrice e non richiedendo la stiratura dopo lavaggio.

Ne sono un esempio il trattamento irrestringibile su filati di lana ed il trattamento antipiega su tessuti con fibre cellulosiche mediante l'impiego di resine (urea formaldeide) che agiscono all'interno delle fibre (apprettatura interna).

Il FINISSAGGIO dei tessuti consiste in sostanza in una serie di trattamenti che ne migliorino l'aspetto rispetto al tessuto tolto da telaio e gli conferiscano caratteristiche particolari che la rendano idoneo agli usi finali, dopo la confezione. Trattamenti preliminari possono essere il bruciapelo, simile alla gasatura dei filati, per togliere mediante bruciatura le fibre sporgenti, il mercerizzo per migliorare la lucentezza.

Prima di passare alla confezione, i tessuti vengono passati su una specula, tavola illuminata da tergo, che mette in evidenza gli eventuali difetti.

 

 

 

Utenti connessi: 95 | Sei il visitatore n° 23
© Copyright -All Reserved. | Email |