IL PROCESSO PRODUTTIVO


La FILATURA consiste in una serie preordinata di operazioni che trasformano la materia prima da massa incoerente in un insieme di FIBRE organizzate disposte su grande lunghezza ed in numero di circa 100 per sezione.



TECNOLOGIA DI FILATURA COTONIERA



MISCHIA DEI COTONI

 



- La scelta dei cotoni componenti deve venire commisurata allo caratteristiche dei filati da produrre, in relazione ai manufatti finali.

In linea di massima i cotoni delle diverse provenienze non dovrebbero differire molto tra loro; a volte una piccola quantità in mischia di un cotone di tiglio più lungo può fare migliorare molto le caratteristiche complessivo, garantendo sia buoni risultati qualitativi, che buoni andamenti ai filatoi.

Al contrario, l'uso di una componente con alto contenuto di neps oppure di fibre di lunghezza inferiore ai 10 mm, non e certo consigliabile per un filato pettinato.

La scelta dei cotoni deve sempre rappresentare il punto di equilibrio tra esigenze commerciali e tecniche una cattiva scelta della materia prima, può avere pesanti ripercussioni sui costi di trasformazione.

Per una mischia efficace, che non costringa a continui cambiamenti e non provochi barrature sui tessuti, occorre seguire alcune regole di base:

- dosare con gradualità l'inserimento di nuova qualità (scalarità);

- utilizzare il più alto numero di balle, compatibilmente con Io spazio disponibile in sala mischia; numero minimo di 18 balle cotone contemporaneamente in lavoro;

- aprire le balle, liberandolo dalle regge, in sala mischia 24 ore circa prima della messa in lavoro, per acclimatare il materiale, riducendo i fenomeni di condensazione nella stagione fredda e la conseguente formazione di neps, con cattivi andamenti di lavorazione;

- nell’alimentazione con prelievo manuale delle falde, cercare di non superare i 5/6 Kg per falda e prelevare in modo omogeneo su ogni sezione di balle;

- per mischie di cotone di una sola provenienza & opportuno inserire almeno 4/5 lotti per mediarne le differenze.

In caso di lavorazione di fibre artificiali e sintetiche in fiocco e se la fibra alimentata è di un solo tipo, sono sufficienti mischie da 6 a 8 balle, provenienti però da più arrivi poiché, pur trattandosi di tecnofibre, è sempre presente un certo grado di variabilità tra partite diverse.

 

 

 

 

 

 

 

Utenti connessi: 63 | Sei il visitatore n° 27
© Copyright -All Reserved. | Email |