PREPARAZIONE ALLA FILATURA

BANCO A FUSI

Nel BANCO a FUSI si applica lo stiro per affinare significativamente il nastro in entrata e la torsione per dare al fascio di fibre che vengono a costituire lo STOPPINO la consistenza adeguata a sopportare le sollecitazioni della successiva lavorazione di filatura senza scorrimenti indesiderati di fibre (falsi stiri) o tratti difficilmente stirabili.

Il BANCO a FUSI è costituito da CANTRA di ALIMENTAZIONE dei nastri di stiratoio, da CILINDRATA di STIRO costituita normalmente da 3 cilindri inferiori in acciaio, da 2 cilindri di pressione rivestiti in gomma e da una coppia di cinghiette di stiro (inferiore e superiore), da FUSO ad ALETTA per l'impressione della torsione e l'avvolgimento dello stoppino su tubo.

 


I moderni banchi a fusi possono sviluppare sino a 1.500 giri/min dei fusi e raggiungere 120 fusi per macchina; sono dotati di levata automatica delle spole piene; a rottura di nastro o stoppino la macchina si ferma.

Lo stiro applicabile può andare da 4 a 20 volte; ad esempio per un filato di Ne 30 si può produrre uno stoppino di Ne 0,90 e, partendo da un nastro di stiratoio di Ne 0,12, applicare uno stiro di 7,5.

La torsione da applicare viene calcolata sulla base di fattori predeterminati (costante di torsione), in relazione al tipo di fibra ed al titolo dello stoppino; per uno stoppino di Ne 0,90 di cotone america cardata la torsione può essere dì 1,23 giri per pollice inglese (1,23 Tpi); con questa torsione, supposto di girare a 1200 giri fuso/min. la velocità di produzione risulta di 24,78 m/min.

Nelle filature più moderne e standardizzate viene effettuato il collegamento diretto con i filatoi per il trasporto delle spole dì preparazione (trasporto automatico).

BANCO A FUSI


 


 

 

 

 

 

 

Utenti connessi: 1488 | Sei il visitatore n° 90
© Copyright -All Reserved. | Email |