MISURA DELLA PRODUTTIVITA' DELLA MANODOPERA NELL'INDUSTRIA TESSILE



 


Nelle filature di cotone si è convenuto di valutare la produt­tività della mano d'opera mediante un quoziente che esprime:
 


il numero delle ore impiegate da ciascun operaio per produrre 100 kg di filato.

Tale quoziente viene indicato con la sigla "HOK".

Esso permette di effettuare confronti fra le diverse industrie che producono filati del medesimo titolo e conseguentemente di originare una certa competizione che porta le aziende ad un continuo miglioramento tecnico e organizzativo.

E' necessario però essere precisi nello stabilire il numero di operai da prendere In considerazione ed il numero delle ore dl lavoro effettivo dei medesimi, con esclusione delle ore pagate per ferie, permessi retribuiti, gratifiche non relative a pre­senze effettive.

Gli operai da prendere in considerazione sono quelli "diretti" cioè direttamente impiegati nella produzione, esclusi quelli addetti ai servizi (manutenzione, magazzini, trasporti, pulizie, imballaggio, ecc..).

Supponiamo per esempio che in una filatura siano state retri­buite in un certo periodo 11.500 ore di presenza e che, nel medesimo tempo, siano stati prodotti 228.750 Kg di filato al peso mercantile.

Si può dire che in quel periodo si ebbe un:

HOK reale = 11.500 100 = 5,02
228.750

Cioè, in quella filatura, sono occorse 5,02 ore per produrre 100 kg di filato di un certo titolo.

Se in quella filatura le condizioni venissero successivamente modificate (cambiamento di mischia o di titolo) il valore dell’ HOK reale potrà subire variazioni anche notevoli, pur rima­nendo invariata la produttività della mano d'opera.

Per poter giudicare la posizione di una industria da questo punto di vista, è molto utile determinare l' HOK "standard" relativo ad un determinato programma di fabbricazione da rea­lizzare nelle condizioni particolari di quella industria. L'HOK standard non deve essere considerato come un valore praticamente irraggiungibile, perché esso viene calcolato su basi reali ottenibili in filature ben attrezzate e ben organizzate.

Conoscendo il valore dell'HOK standard è possibile determinare il cosiddetto "Indice di organizzazione" di un'azienda mediante il rapporto:

Indice di organizzazione = HOK standard 100
HOK reale

Ammettiamo nel nostro caso di avere un HOK standard uguale a 4,50 e quindi di determinare l’indice di organizzazione relativo:

Indice di organizzazione = 4,50 100 = 89,64%
5,02
 


Ciò significa che, se la direzione tecnica dell’azienda volesse dedicarsi ad una riorganizzazione del lavoro e ad un aggiornamento degli impianti, senza cambiare la materia prima e il titolo dei filati prodotti, potrebbe realizzare un aumento della produttività dell’ 10,36 %.

Ultima annotazione per quanto riguarda l'H.O.K. : una buona filatura attualmente ha dei valori attorno al 4,00

 

 

 

 

 

 

Utenti connessi: 454 | Sei il visitatore n° 114
© Copyright -All Reserved. | Email |