I VINI
In questa sezione potrai scegliere il vino attraverso la ricerca alfabetica del nome



[A] [B] [C] [D] [E] [F] [G] [I] [L] [M] [N] [O] [P] [R] [S] [T] [V] [Z]
 


Sigle dei vini
Scopri il significato delle principali sigle che accompagnano tutti i vini.

I.G.T. D.O.C., D.O.C.G., V.Q.P.R.D., V.S.Q.P.R.D., Vino da Tavola, V.F.Q.P.R.D., V.L.Q.P.R.D., Vini spumanti, Vini spumanti aromatici


Vino da Tavola
Si definisce come tale il vino ottenuto nella Comunità Europea che diverso dai V.Q.P.R.D. proviene esclusivamente da varietà di vite autorizzate e raccomandate avente un titolo alcolometrico non inferiore a 8,5% vol purchè tale vino sia prodotto esclusivamente con uve raccolte nelle zone viticole A e B e non inferiore a 9% vol per le altre zone viticole nonchè un titolo alcolometrico volumico totale non superiore a 15% vol, avente un acidità totale espressa in acido tartarico non inferiore a 4,50 grammi per litro ossia 60 millequivalenti al litro. Tuttavia, per i vini prodotti su talune superfici viticole da stabilirsi, senza alcun arricchimento e con contenuti più di 5 grammi di zuccheri residui, il titolo alcolometrico volumico totale può essere portato ad un massimo di 17% vol solo nella zona viticola CIIIb ( Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna) ad altitudine inferiore a 600m s.l.m.

Cosa significa I.G.T.
E' la sigla di " indicazione geografica tipica" essa è ugualmente rappresentata da un nome geografico che corrisponde ad una zona di produzione molto più ampia. Essa qualifica i vini da tavola di grandi regioni vitivinicole. Al nome designato si aggiunge il nome dei vitigni ed il colore dei vini. L 'IGT non può utilizzare il nome di regioni o zone utilizzate per le D.O.C.G o le D.O.C. Il vitigno può essere menzionato unicamente quando la zona viticola è di dimensioni significative.L’ I.G.T corrisponde ad un vino tipico ed è riconosciuto come tale dall'U E. (Unione Europea).

Cosa significa D.O.C.
E' la sintesi o la sigla del nome del vino che per esteso vuol dire "Denominazione di origine controllata " la categoria a cui appartengono quei vini in cui la zona di origine della raccolta delle uve per la produzione del medesimo vino è in sostanza delimitata come prevedono i disciplinari di produzione. Per la legislazione CEE in vigore esso rientra nella categoria più ampia dei V.Q.P.R.D

Cosa Significa D.O.C.G.
E' la sintesi del nome del vino che per esteso vuol dire "Denominazione di origine controllata e garantita" la categoria a cui appartengono quei vini in cui la zona di origine della raccolta delle uve per la produzione del medesimo vino è in sostanza delimitata come nei vini D.O.C ma in cui altresì è garantito dagli organi preposti al controllo prima della raccolta, che le uve della zona determinata, atte alla produzione di quel determinato vino mantengano requisiti ampelografici e rese Qle/Hl previste nel disciplinare di produzione legato a quella determina zona. Per la legislazione CEE in vigore esso rientra nella categoria più ampia dei V.Q.P.R.D. Attualmente i Vini che rientrano in questa categoria sono ventuno.
 


Cosa Significa V.Q.P.R.D. Per la normativa CEE ed italiana Tale sigla significa "Vini di qualità prodotti in regioni determinate" in sostanza si intende per quei i vini come i D.O.C. e i D.O.C.G. in cui la zona di origine della raccolta delle uve atta alla produzione di quel determinato vino è delimitata ad una zona prestabilita ai singoli disciplinari.

Cosa significa V.S.Q.P.R.D.
La sigla stà a significare " Vini Spumanti di qualità prodotti in regioni determinate" che rispondono alla definizione di vino spumante di cui il prodotto ottenuto dalla prima o seconda fermentazione alcolica o da uve fresche, da mosto di uve o da vino, è atto a a diventare V.Q.P.R.D.. Lo stesso è caratterizzato dalla stappatura del recipiente da uno sviluppo di anidride carbonica proveniente esclusivamente dalla fermentazione che, conservato alla temperatura di 20° Gr centigradi in recipienti chiusi , presenta una sovrappressione dovuta all'anidride carbonica in soluzione non inferiore a 3 bar.

Cosa significa V.F.Q.P.R.D.
Sotto questa sigla che stà a significare "Vini frizzanti di qualità prodotti in regione determinate" rispondono alla definizione di vino frizzante quei prodotti che presentino un titolo alcolometrico totale non inferiore a 9% vol. ,avente un titolo alcolometrico effettivo non inferiore a 7% e che conservato ad una temperatura di 20° centigradi in recipienti chiusi, presenta una sovrappressione dovuta all'anidride carbonica endogena in soluzione non inferiore a 1 e non superiore a 2,5 bar ,il medesimo prodotto può essere condizionato in recipienti sino a 60 litri.

Cosa significa V.L.Q.P.R.D.
Con questa sigla che ha per significato "Vini liquorosi di qualità prodotti in regioni determinate" sono individuati quei vini che rispondono alle seguenti caratteristiche e che ottenuti nella comunità europea abbiano un titolo alcolometrico volumico effettivo non inferiore al 15% vol e non superiore a 22% vol .Si distinguono dai vini passiti anche perchè in questi è consentita l'aggiunta di mosto di uve concentrato e/o alcole

Cosa sono i Vini spumanti di qualità D.O.C. E D.O.C.G. (V.S.Q.P.R.D.)
Si definiscono come tali gli spumanti che rispettano tutte le seguenti determinate caratteristiche, con sovrappressione non inferiore a 3,5 bar( ad esclusione dei recipienti di capienza inferiore a 250 ml dove è prevista una sovrappressione non inferiore a 3 bar), che abbiano un titolo alcolometrico totale ed effettivo non inferiore ai minimi stabiliti dai disciplinari e comunque, con un tasso alcolico effettivo non inferiore a 10% vol che tra l'elaborazione del prodotto finito e l'invecchiamento del medesimo il tempo trascorso non sia inferiore ai 6 mesi se in recipienti chiusi, a 9 mesi se fermentato in bottiglia comprendendo un periodo pari ad una durata di almeno 90 o ridotta a 30 giorni se questa avviene in particolari recipienti dove sono previsti dispositivi agitatori. per i V.S.Q.P.R.D. che recano la dicitura " fermentazione in bottiglia secondo il metodo tradizionale" o " metodo tradizionale"o" metodo classico" , il prodotto deve essere rimasto sulle fecce per almeno 9 mesi.

Cosa sono i Vini spumanti di qualità D.O.C. E D.O.C.G. (V.S.Q.P.R.D.) di tipo "aromatico"
Si definiscono come tali gli spumanti ottenuti esclusivamente da varietà implicitamente classificate aromatiche (Aleatico, Brachetto, Freisa, Gamay, Girò, Malvasia (tutte le sottovarietà), Monica, Muller Thurgau, Moscato ( tutte le sottovarietà) Prosecco e traminer aromatico. La presenza in questi spumanti di uva di altre varietà anche in minima percentuale fa perdere al prodotto il diritto della lavorazione.tale prodotto deve essere elaborato a partire da "mosto di uve parzialmente fermentato", salvo per il prosecco del triveneto che può essere elaborato da "vino". La durata del processo di elaborazione non può avvenire al disotto di un mese, non può essere aggiunto per dosaggio con sciroppo, questa tipologia può avere un tasso alcolico effettivo più ridotto -purchè non meno di 6% vol- fermo restando il tasso alcolico totale di 10% vol. secondo la prevalente regolamentazione Cee dunque non è legale un V.S.Q.P.R.D. aromatico a meno di 6% vol "effettivi", quando al consumo.
 

 

Utenti connessi: 1537 | Sei il visitatore n° 554
© Copyright -All Reserved. | Email |